Il reparto (6)

Accreditamento

Villa Immacolata opera in regime di accreditamento definitivo con la Regione Lazio come da DCA 181/2014.

Servizi in reparto

Servizio Assistenza Sociale

Servizio Psicologia

Dietista

Referenti di reparto

Paola Ballarini - Geriatra - Medico Responsabile

Roberto Pacifici - Dirigente Infermieristico

Massimo Pomi - Coordinatore Infermieristico

Pierpaolo Paparozzi - Coordinatore Fisioterapista

Utenza di riferimento

Il Nucleo di RSA intensiva ha lo scopo di erogare, in regime di ricovero, prestazioni finalizzate al trattamento di pazienti in fase di stabilizzazione clinica che abbiano completato i necessari precedenti protocolli riabilitativi ma per problematiche sociali o tecnico-organizzative non possano essere assistiti a domicilio.

Aree di intervento

Stato vegetativo o di minima coscienza, SLA o altre sindromi neurodegenerative in fase avanzata, in pazienti con necessità di assistenza respiratoria, portatori di tracheotomia, nutrizione artificiale enterale o parenterale o comunque confinati a letto e con dipendenza totale per l’alimentazione, il controllo degli sfinteri e l’igiene personale.

Trattamenti

Presso il reparto sono erogate le seguenti prestazioni tramite un approccio multidisciplinare alla disabilità:

  • Assistenza medica ed infermieristica nelle 24 ore;
  • Interventi infermieristici ad elevata specificità e di prevenzione secondaria;
  • Interventi valutativi medico specialistici;
  • Valutazioni terapeutiche, riabilitative, rieducative non erogabili in altra forma;
  • Assistenza diagnostica, medica, infermieristica e riabilitativa;
  • Consulenze specialistiche cardiologiche, urologiche, neurologiche, internistiche, oculistiche e tutte quelle necessarie rispetto ai fabbisogni assistenziali dei pazienti;
  • Attività di nursing con fisioterapia al mantenimento delle condizioni già raggiunte all’interno delle UU.OO. ospedaliere e di riabilitazione di provenienza, nonché alla prevenzione di ulteriori complicanze da patologie sovrapposte;
  • Programmazione concordata con l'équipe medico-specialistica, dell'intervento guidato e della collaborazione dei parenti in tutte quelle attività che, con stimoli familiari al paziente, mirino a risvegliare una coscienza reattiva all'ambiente esterno e/o sostengano l’utente nelle relazioni e nella comunicazione.